Testimone della passione degli Orsoni per l’arte musiva e dei decenni di meticolose formule di sodalizio tra luce e colore, la “biblioteca del colore”, adiacente alla fornace,  conserva un numero infinito di tonalità e sfumature che sconfinano oltre l’immaginazione.
Gialli assoluti, solari, verdi cristallini, oppure densi e pastosi, rossi accesi o rosa pastello, un movimentato rincorrersi di tonalità di tavolette di vetro colorato che riposano su antichi scaffali, intrisi del mistero del passato,  per farsi ammirare. Un viaggio nella fantasia.


la libreria del colore


 


la libreria del colore
 

 


La libreria del colore